HashFlare
Tap Gym app game

简体中文EnglishItalianoPortuguêsРусскийEspañol

Che cos’è un link Dofollow

Quando scriviamo gli articoli, se dovessimo seguire le regole SEO, è consigliabile inserire nel testo almeno un link però poche persone sanno dell’esistenza del link Dofollow e NoFollow. E’ corretto fare una distinzione d’uso di questi due tipi di link perchè entrambi dovrebbero essere utilizzati nel modo corretto, se non fosse così allora molto probabilmente il vostro articolo risulterebbe di scarsa qualità, quindi potreste aver subito delle penalizzazioni. In questo articolo verrà spiegato come utilizzare i Link Dofollow e perchè non bisogna esagerare con i link di tipo Nofollow.

Importanza del Link Dofollow

Il link Dofollow in teoria è il semplice link, quindi il comune codice HTML che utilizziamo per creare un collegamento ipertestuale. Secondo le regole SEO, all’interno di un articolo, dobbiamo inserire almeno un link Dofollow, questo perchè bisogna pensare ai siti come delle isole ma collegate fra di loro e questi ponti sono rappresentati dai link Dofollow. Quando noi linkiamo un sito con link Dofollow, è come se stessimo facendo una raccomandazione però attenzione, questa raccomandazione non deve portare l’utente verso un sito inesistente oppure di pessima reputazione per colpa dei contenuti. Se noi raccomandassimo un sito inesistente oppure con contenuti poco raccomandabili, il nostro articolo non solo subisce un calo di qualità ma il nostro sito potrebbe essere soggetto ad alcune penalizzazioni.

Quando utilizzare i link Dofollow

I link Dofollow dovrebbero essere utilizzati per:

  • Siti meritevoli = ovvero un siti che offrono ottimi contenuti e siamo sicuri che continueranno a farlo.
  • Siti ufficiali = quando parliamo di un certo argomento (ad esempio Bitcoin) posso creare un link Dofollow verso il suo sito ufficiale, questo perchè sono sicuro che almeno per 5-6 anni quel link non cadrà.

I link Dofollow non dovrebbe essere usati per:

  • Siti appena nati = sconsiglio di utilizzare i link dofollow verso siti appena nati, questo perchè non avremo mai la certezza che questi continuino a portare avanti un progetto oppure a pubblicare contenuti.
  • Siti poco raccomandabili = per poco raccomandabili intendo i siti con materiale protetto dal copyright, siti infetti, siti con contenuto violento, siti con materiale vietato ai minori o qualunque sito che tenda a promuovere iniziative ai danni degli utenti.

Quando abbiamo a che fare con siti dove la raccomandazione potrebbe portare ad una penalizzazione, consiglio di utilizzare il link NoFollow (potrebbe interessarti Che cos’è un link Rel Nofollow: a cosa serve?)

Tagged under: , , , , , , ,

Lascia un commento

Back to top